MIT reverses hearing loss without implants or hearing aids

Photo by the author
by Gianluca Riccio

Medicine

MIT reverses hearing loss without implants or hearing aids

Un team del MIT in partnership con l’azienda biotecnologica Frequency Therapeutics claims to have developed un nuovo tipo di terapia rigenerativa che potrebbe curare la perdita dell’udito senza bisogno di apparecchi acustici o impianti cocleari.

Specifically, the researchers discovered a new technique to encourage hair cell growth in the cochlea using specific types of human cells known as progenitor cells.

Le cellule ciliate sono un po’ il microfono del nostro orecchio interno. Ci permettono di sentire, ma muoiono col tempo o quando sono esposte a rumori forti. Di solito non si rigenerano da sole, ma permettere al tuo orecchio di farne crescere di nuove potrebbe aiutarti a sentire di nuovo, senza indossare apparecchi acustici o altro.

The experiments

Nei test effettuati, i ricercatori sono stati in grado di migliorare la capacità dei partecipanti allo studio di sentire il parlato. Anche se può sembrare un punto di partenza “prudente”, c’è una solida ragione per farlo.

Chris Loose, co-fondatore e CEO di Frequency, la spiega in poche parole: “La percezione del parlato è l’obiettivo numero uno per migliorare l’udito, ed è anche il desiderio più comune che i pazienti ci manifestano”.

Alcuni di questi miglioramenti dell’hearing persistono da quasi due anni, secondo l’azienda.

hearing recovery without hearing aids
These images show cell regeneration, in pink, in a preclinical model of sensorineural hearing loss. On the left the control model, on the right the one after the treatment. Credits: Hinton AS, Yang-Hood A, Schrader AD, Loose C, Ohlemiller KK, McLean WJ.

Goodbye hearing aids?

Il trattamento funziona iniettando alcune molecole nell’orecchio interno che trasformano le cellule progenitrici esistenti in altre cellule, in grado di far crescere cellule ciliate all’interno della coclea.

The therapy is also less complicated than conventional gene therapies, which require the patient's cells to be reprogrammed in the laboratory.

Il team spera che la loro nuova tecnica per recuperare l’udito senza apparecchi acustici possa avere effetti duraturi nel prossimo futuro. Per questo kicked off the next trial phase which will involve 124 volunteers.

“Non sarei sorpreso se in 10 o 15 anni,” dice l’altro co-fondatore Jeff Karp, “l’evoluzione di questi metodi renderebbero l’inversione della perdita di udito simile alle operazioni per correggere la miopia. Si entra in un centro e dopo una o due ore si ritrova la vista senza occhiali”.

Una prospettiva che “suona” davvero interessante, no?